James Van Der Beek è un grande: ha interpretato un personaggio che gli è rimasto cucito addosso ma lui non sembrerebbe averla mai presa male.

Dal 1998 al 2003, James Van Der Beek ha interpretato in tv il personaggio di Dawson Leery, nel telefilm Dawson’s Creek. La serie è per me un cult: parla moltissimo di cinema e ha sdoganato un sacco di temi per la prima volta. Per esempio è stato il primo teen drama ad avere un personaggio dichiaratamente omosessuale tra i protagonisti (tecnicamente insieme a Buffy l’Ammazzavampiri, che non è esattamente un teen drama anche se ci assomiglia parecchio). Dawson’s Creek ha poi spostato l’attenzione sul modo in cui le famiglie si creano, che siano reali o d’elezione, e inoltre si è parlato spesso di persone comuni, povere o addirittura alle prese con problemi legali.

Dawson’s Creek è stata una grande serie quindi, ma c’è sempre stato qualcosa di stridente. Accanto a personaggi osannati ancora oggi dal pubblico, come Pacey Witter, Jen Lindley o Jack McPhee, per non parlare di Evelyn Ryan, la nonna di Jen, l’impianto narrativo conteneva due personaggi già all’epoca abbastanza noiosi e incomprensibili, cioè gli indiscussi protagonisti Joey Potter e Dawson Leery.

La cosa che infastidisce di Joey e Dawson è l’essere miss e mister perfezione. Anche quando sbagliano sembra che loro abbiano un registro morale più alto degli altri, e che tutto sia loro concesso. Per esempio, quando Joey si innamora, ricambiata, di Pacey, gli sceneggiatori chiamano in causa perfino la zia di Dawson per aizzare i sensi di colpa. Per non parlare dello stesso Dawson, che pianta una storia allucinante, quasi uccide Pacey in una gara in barca e infine si fa un pianto sulla banchina che è entrato di diritto nella storia del meme. Nella storia della tv, peggio di Dawson Leery c’è solo Ross Geller (ma di questo parleremo un’altra volta).

Annunci

C’è però da dire che James Van Der Beek, il suo interprete è davvero bravissimo. E deve essere anche una brava persona, dato che non si imbarazza ad abbracciare progetti in cui si fa riferimento a Dawson Leery, come fosse l’unica cosa che ha fatto nella sua vita. Per esempio, James Van Der Beek interpreta se stesso nel film Jay & Silent Bob: Fermate Hollywood e nella serie Non fidarti della str**** dell’interno 23: in entrambi si fa naturalmente riferimento al fatto che Van Der Beek sia stato Dawson in tv.

Devo dire che ho trovato Van Der Beek incredibilmente sexy ne Le regole dell’attrazione di Roger Avary, dove interpreta il complicatissimo personaggio di Sean Bateman, fratello del serial killer Patrick Bateman. Ma se questo non dovesse avervi convinti, provate a rivedere le puntate di How I Met Your Mother in cui James interpreta Simon Tremblay, il primo amore di Robin Scherbatsky: un vero genio comico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: